Covid-19: incentivi #CuraItalia di Invitalia per chi produrrà dispositivi medici e di protezione

bando resto al sud
Resto al Sud: tutto quello che c’è da sapere
19 Marzo 2020
smart e start italia
Cos’è Smart&Start Italia e come aiuta le startup?
27 Marzo 2020
Mostra tutto

Covid-19: incentivi #CuraItalia di Invitalia per chi produrrà dispositivi medici e di protezione

cura italia - incentivi imprese riconversione

Con il Testo Ordinanza 4/2020 pubblicata nella GU del 24 marzo 2020, Invitalia ha emesso un finanziamento di 50 milioni di euro per supportare le imprese pronte a convertirsi per la produzione e la fornitura di dispositivi medici e di dispositivi di protezione individuale (DPI) per il contenimento e il contrasto dell’emergenza epidemiologica COVID-19.

A cosa serve il finanziamento?

Il finanziamento serve alle imprese per convertire la produzione a quella dei DPI, come ad esempio le mascherine. La relativa dimensione del progetto di investimento può variare da 200.000 a 2 milioni di euro.

Chi può partecipare

  • possono attingere al finanziamento tutte le imprese societarie, anche società di persone, senza limiti di dimensioni.

Sono escluse:

  • ditte individuali
  • partite Iva

Quali sono le agevolazioni per le imprese che convertono la propria produzione?

Il finanziamento prevede un mutuo agevolato a tasso 0 e copertura al 75% del programma di spesa, da rimborsare in 7 anni.

L’agevolazione massima prevista, in termini di ELS, è di 800.000 euro.
Sono previste agevolazioni anche per chi ha già sostenuto le spese di conversione della proprio azienda ma solo prima della pubblicazione del DL CURA ITALIA (17 marzo 2020).

La riconversione per l’emergenza Covid-19 è a fondo perduto?

Il finanziamento può diventare a fondo perduto in base alla velocità d’intervento:

  • 100% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 15 giorni
  • 50% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 30 giorni
  • 25% di fondo perduto se l’investimento si completa entro 60 giorni

Quali sono i vantaggi degli incentivi #Curaitalia?

  • Procedura light e adempimenti ridotti per i proponenti: richiesta una perizia tecnica asseverata
  • Previsto un anticipo del 60% della spesa senza garanzie al momento dell’accettazione del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. Il saldo arriverà a conclusione degli investimenti
  • Iter di valutazione semplificato in 5 giorni

Quando presentare la domanda a Invitalia?

La domanda può essere inviata esclusivamente online attraverso la piattaforma informatica di Invitalia a partire dalle ore 12 del 26 marzo 2020.

Se vuoi essere certo di inviare il tuo progetto in maniera corretta, riuscendo ad usufruire di tutti i vantaggi e le premialità previste, contattaci!