I libri che ogni startupper dovrebbe leggere

startup finanziamenti per giovani
Come trasformare un’idea in startup innovativa
29 Aprile 2020
incubatori e acceleratori si startup
Quanti incubatori e acceleratori di startup esistono in Italia?
15 Maggio 2020
Mostra tutto

I libri che ogni startupper dovrebbe leggere

libri per startupper e idee per startup

Per i giovani startupper è normale cercare una guida, seguire un sentiero già tracciato, perché sanno di affacciarsi ad un mondo complesso come quello del business.

Crearsi una cultura sull’argomento è sempre importante, per questo è consigliabile leggere libri incentrati sul mondo delle startup.

Dalle biografie dei grandi della Silicon Valley ai manuali tecnici, tutto può essere importante o d’ispirazione per chi è alla prima esperienza. Un modo per capire che dietro tanto successo c’è sacrificio e anche qualche sconfitta.

Manuale tecnici per startupper

Iniziamo con i testi tecnici, quelli che permettono di comprendere un modo di pensare e soprattutto un mondo con dinamiche un po’ diverse dalla realtà quotidiana.

Creare modelli di business di Alex Osterwalder

Partiamo dalle basi. Questo è un vero e proprio testo fondamentale tradotto in 23 lingue e con all’attivo numeri stellari di vendite. L’autore, Alex Osterwalder, è considerato un punto di riferimento per la creazione di modelli business, tanto da essere chiamato a collaborare da IBM, General Electric ecc.. per i quali ha reinventato i loro modelli di business aggiornandoli rispetto ad un mercato in continua evoluzione.
Il testo è ben strutturato e presenta una serie di strumenti ed esempi che comprendono diverse casistiche che danno una visione ad ampio spettro del business model.

Il metodo Lean Startup: innovazione senza sprechi per nuovi business di successo di Eric Ries

Se si vuole approcciare a questo mondo partendo con una marcia in più non si può non conoscere il metodo Lean. Nato tra le catene di montaggio Toyota, questo metodo è ormai amato da molti per la praticità e la filosofia zero sprechi.
Lavoro ottimizzato che segue le azioni: ideazione – check – modifica – continuo.
Non a caso tra i metodi enunciati negli ultimi decenni, questo rimane quello più longevo e affidabile.

Strategia oceano blu. Vincere senza competere di W. Chan Kim,Renée Mauborgne

Un testo pubblicato per la prima volta nel 2005 e aggiornato dagli autori nel 2015, visto il grande successo ottenuto.
La Strategia oceano blu parte dall’analisi di 150 aziende che per anni hanno trionfato nei rispettivi settori, senza mai subire insidie della concorrenza. Da questa analisi sono emersi fattori in comune e la conseguente ideazione di una strategia di business basata su quattro punti, applicabili in qualunque tipo di azienda.
Per questo la strategia oceano blu è ancora oggi un punto di riferimento per gli imprenditori.

The Founder’s Dilemmas di Noam Wasserman

Un testo celebre che ha avuto un grande successo. Una raccolta dei dilemmi, di problemi che quasi sicuramente gli startupper si ritrovano ad affrontare e dalla cui soluzione dipende molto spesso il futuro della società.

Biografie e testimonianze

Conoscere le biografie dei grandi del mondo del business e della tecnologia può essere di grande ispirazione. Comprendere come hanno conquistati i loro obiettivi, il loro percorso di vita può dare sempre spunti interessanti e positivi.

Steve Jobs di Walter Isaacson

Non poteva essere al primo posto l’ormai celebre biografia del fondatore della Apple.
Il libro ripercorre tutta la vita di Jobs dall’infanzia fino alla fondazione della Apple e al suo successo planetario.

Zero to One di Peter Thie

Non è una biografia il testo scritto dal cofondatore di PayPal ma una raccolta di esperienze di vita, spunti, insegnamenti appresi durante il suo percorso da imprenditore e di altri personalità a lui vicine del mondo del business.

Il coraggio e la visione di Jessica Livingston

L’autrice ha raccolto una serie di interviste fatte ai fondatori dei colossi del mondo informatico. Aneddoti, storie, che possono ancora una volta fare da esempio ai giovani startupper.

The Myths of Innovation di Scott Berkun

Non si tratta di una vera e propria biografia ma in questo libro Berkun mostra il lato nascosto della Silicon Valley, rivelando retroscena e smascherando storie e leggende in realtà mai accadute.

Libri per la crescita personale

Non è una categoria da sottovalutare. Per portare avanti grandi o piccole idee servono spessore e consapevolezza. Ci sono libri che aiutano ad aprire la mente e a focalizzare i propri obiettivi. Strumenti collaterali utili per la crescita personale.

Pensa e arricchisci te stesso di Napoleon Hill

Disciplina e controllo dei propri pensieri, focalizzare i propri obiettivi e diventare unico fautore della propria autorealizzazione. Il concetto di ricchezza assume un significato più ampio vista come indipendenza finanziaria e ricchezza spirituale.
A differenza di quello che può sembrare, si tratta di un testo molto pratico che insegna: autodeterminazione, programmazione organizzata, e molto altro, tutto volto alla realizzazione di una ricchezza che per Hill è solo il mezzo per godere di ricchezze ben più alte, come i propri familiari, gli amici e ciò che conta veramente nella vita.

Padre Ricco Padre Povero di Robert T. Kiyosaki

Kiyosaki è definito “il maestro dei milionari”, con un linguaggio schietto e in contraddizione con le convenzioni sociali punta tutto sull’educazione ai soldi.
L’autore infatti afferma che “Il motivo principale per cui la gente ha problemi finanziari è perché ha trascorso anni a scuola senza imparare nulla sul denaro. In questo modo impara a lavorare per il denaro… e non impara mai a far lavorare i soldi per lei”.
Un testo che vi aiuterà a vedere il mondo dell’economia in maniera diversa, basato su altre priorità, un punto di vista che a quanto pare è alla base dei successi e dei guadagni di molti milionari.

Il sogno di Solomeo. La mia vita e l’idea del capitalismo umanistico di Brunello Cucinelli

Il re del cashmere italiano, amico dei grandi della Silicon Valley, racconta la sua visione di un capitalismo umanistico. Dalla provincia di Perugia ha realizzato, con questa sua visione, un’azienda dai fatturati sorprendenti e sempre in attivo.
Un modello, quello del capitalismo umanistico che ha conquistato anche gli imprenditori in t-shirt d’oltreoceano.
Avere una vision definita dell’azienda che si vuole creare, può essere la marcia in più per partire avvantaggiati rispetto a tanti concorrenti.

E tu? Hai già le idee chiare ma hai bisogno di implementarle con il giusto supporto? Contattaci, i nostri project manager ti aiuteranno a realizzarle!